Vieni a vivere un'esperienza spaziale Biglietto + Tenda Abbonamento FREE

New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

“I’m creative”, oggi vi raccontiamo la storia di Fabio Allamandri

“I’m creative”, oggi vi raccontiamo la storia di Fabio Allamandri

08
Lug 2019

“Diventa diverso, diventa te stesso”, è l’invito che Campus Party fa alle menti più brillanti e talentuose che si aggirano sul territorio nazionale. Parliamo di giovani ragazzi spinti dalla curiosità, appassionati di tecnologia che sono stati spirati da grandi storie, da grandi personaggi. Quei talenti che hanno fatto la storia, che gli hanno fornito la giusta tecnologia e la giusta creatività. Ora tocca a loro installare l’upgrade e cambiare le regole del gioco.

A Campus Party creatività e innovazione sono i protagonisti indiscussi di ogni attività. L’eterogeneità degli speaker e degli argomenti trattati permette ai campuseros di potersi rispecchiare nei vari palchi tematici.

Nei giorni passati abbiamo avuto l’opportunità di confrontarci con Fabio Allamandri, Founder&Admin di Treddi.com, la prima community italiana interamente dedicata alla grafica  3D. Fabio è un creativo D.O.C, tra tavolette grafiche e tastiere, capace di trasformare impulsi di pensiero in arte che vive, un’arte che esce fuori dalla schermo per incontrare la realtà. Appassionato di informatica fin da quando era ragazzo, ha cominciato a muovere i primi passi nella programmazione con il Commodore VIC-20 (predecessore del Commodor 64) all’età di 14 anni fino a laurearsi in Informatica nel 1998. È  sempre stato così attratto dalla bellezza delle immagini digitali da ricreare, per gioco, in 3D le astronavi di Star Wars utilizzando le prime versioni di 3ds Max. Insomma, alle stringhe di codice ha unito le mille sfumature di una tavolozza dei colori. 

Dall’unione di bit e colori è nata Treddi.com.

Ho provato molte volte a spiegare a mia mamma qual è il lavoro che faccio ma non credo di esserci ancora riuscito. Molti dei miei amici credono che  sia un grafico o che faccia lavori di grafica 3D. In realtà io sono un programmatore, amministratore di sistema, mi occupo di marketing e di social media, sono moderatore del forum, scrivo le news, preparo le newsletter. Gestire un sito web vuol dire talmente tante cose che è difficile dargli una definizione univoca. 

Fantasia, originalità e passione, è il tridente di ogni creativo. Oggi, come ci ha raccontato Fabio, ci troviamo in un mondo in cui possiamo avere tutto e subito. Per le nuove generazioni è fondamentale capire che per ottenere dei buoni risultati non basta “copiare” quello che fanno gli altri, ma bisogna mettere tutto il proprio impegno e la propria passione in quello che si fa. Per raggiungere il risultato occorrono studio e perseveranza.

Per me Treddi.com è una passione, la porto avanti perché mi piace quello che faccio e perché mi piace vedere che ci sono tante persone che, seguendo il mio sito, possono crescere professionalmente. Quando incontro qualcuno che mi dice “grazie per il tuo lavoro”, ecco per me queste parole non hanno prezzo.

Lavorare quotidianamente a contatto con l’innovazione ci permette di vivere tra passato e futuro. Il presente è un momento di passaggio perché, la velocità con cui la tecnologia sta evolvendo non può avere una precisa collocazione attuale: sarà sempre troppo presto o troppo tardi. Quando avremo appreso come funziona una determinata applicazione tecnologica, ci sono buone probabilità che ce ne sarà già un’altra da dover studiare. Durante il nostro confronto, Fabio ci ha svelato il significato che per lui ha questo termine: innovazione. 

È quell’idea che rompe gli schemi. Essere innovatori significa trovare una soluzione o una tecnica alla quale altri non avevano ancora pensato o che comunque non erano riusciti a realizzare. In campo tecnologico, per fare un  esempio, il primo iPhone è stato qualcosa di completamente nuovo, che ha infranto tutti gli schemi precedenti. In che modo? Attraverso un’interfaccia completamente nuova cui nessuno aveva ancora mai pensato, ha generato una nuova esperienza di consumo per l’individuo stesso. Non è facile innovare perché bisogna imparare a pensare in modo “diverso”.

Treddi.com vi aspetta a #CPIT3, tra programmazione e grafica sarà un’occasione per conoscere in pratica la quotidianità di Fabio Allamandri che abbiamo raccontato. Manca sempre meno alla terza edizione, ma Fabio vuole darvi qualche consiglio.

Se il vostro sogno è quello di creare una community, vi consiglio di gettare delle solide basi e di creare qualcosa che sia veramente vostro.  Ci sono molte community create con gruppi Facebook o che si basano solo su Instagram o Twitter. Ma cosa succederebbe se Facebook decidesse di cambiare la propria politica e chiudesse il vostro gruppo? Cosa succederebbe se Instagram cambiasse l’algoritmo? E se diventassero a pagamento? Con le pagine Facebook è già successo. Prima tutti potevano avere un sacco di visibilità tramite la propria pagina Facebook, poi è cambiato l’algoritmo e adesso se si vuole avere visibilità bisogna pagare. Se accadesse questo, che cosa vi resterebbe tra le mani? Armatevi di pazienza, buona volontà e un buon programmatore. Ci vediamo a #CPIT3

Tags:

    Related Posts
    ×

    Grazie! La richiesta è stata inviata correttamente!

    La richiesta non è stata inviata correttamente. Riprova oppure scrivici una email!

    * Campi obbligatori.