New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

#CPSTORIES

Succede solo a Campus Party: scopri le storie dei campuseros, i racconti delle scorse edizioni e molto altro.

02
Lug 2019

Massimo Ciaglia, fare startup oggi

Se siete appassionati del mondo start up, se volete entrare in questo mercato o, meglio, se state avviando la vostra startup conoscerete chi stiamo per presentarvi. Oggi vi raccontiamo la storia di Massimo Ciaglia, startup coach e mentor, innovatore, business angel e imprenditore seriale.

Di particolare rilevanza per il “mondo startup”, Massimo è anche autore del libro “The Startup Canvas, Il metodo per trasformare una idea in un successo sicuro”. La personalità poliedrica e eterogenea di Massimo, la sua capacità di adattarsi a molteplici modelli di business ci ha incuriosito particolarmente.

Sono CEO di Connectia, società di advisory che supporta le Startup e le Corporate nelle strategie di scale-up e di fund rainsing. Co-founder di Poleecy, la prima startup insurtech di micro assicurazioni basata su blockchain e sono tra i fondatori di Fondazione Homo Ex Machina Onlus, organizzazione tecnofilantropica nata per la salvaguardia e il benessere dell’umanità accellerata da idee e tecnologie digitali.

La caratteristica che contraddistingue Massimo e che ci ha colpito nel corso di questa chiacchierata è la sua attenzione nello studio dei singoli casi e da anni la sua esperienza sul campo.

Il risultato di quello che sono oggi è il frutto delle mie esperienze passate,  ma il motore trainante di tutto è la passione, la passione costante e sempre viva per il mondo startup. Anche io sono stato startupper e tutt’ora continuo ad esserlo investendo nei progetti che mi colpiscono di più.In realtà, dietro ai miei risultati e ai miei obiettivi c’è solo un segreto che Confucio riassume bene in una frase: “Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”. 

Formazione e innovazione sono due caratteristiche fondamentali che risaltano molto nella personalità di Massimo. Chi meglio di lui può dirci in che ottica di analisi si può definire un termine così generico ma, allo stesso tempo, così pieno di sfaccettature come è l’innovazione stessa.

Ritengo che sia  tutto ciò che indica cambiamento. Un cambiamento però che non è fine a se stesso, ma che è capace di  migliorare l’ecosistema in cui viviamo. Dobbiamo abbracciare l’innovazione non guardarla con sospetto. 

L’innovazione è, quindi, il carburante che fornisce la giusta dose di dinamicità al reale. Le startup si inseriscono in questo nuovo quadro di continui cambiamenti. Come ci ha spiegato lo stesso Massimo, fare startup oggi è un altro modo per fare impresa in maniera innovativa. Ma quali sono le skills che non possono mancare ad ogni startupper? 

Uno startupper deve avere prima di tutto vision. Inoltre, fondamentale deve circondarsi delle persone giuste, perché anche un buon progetto potrebbe fallire se sviluppato da un team demotivato e non skillato.Sul team demotivato deve proprio intervenire il founder della startup, che deve essere capace di instillare nel team un insieme di valori condivisi. Deve saper ascoltare per imparare e deve essere determinato nel raggiungimento del suo obiettivo. Inoltre, deve sapersi adattare ai cambiamenti. 

Per uno startupper D.O.C. come Massimo è entusiasmante e motivante non solo osservare, ma essere parte integrante del cambiamento. É come trovarsi in una realtà in continuo divenire, dove si possono incontrare persone davvero eccezionali che vogliono non solo trovare la propria sicurezza economica, ma cambiare e migliorare la nostra vita con soluzioni a cui nessuno hai mai pensato.

Essere non solo attore, ma protagonista di una realtà in continuo divenire mi porta a non fermarmi mai, a crescere e a contaminarmi.

L’innovazione non nasce improvvisamente, è frutto di studio, analisi e continuo aggiornamento. Consapevole di questo, Massimo si rivolge direttamente a voi che siete i protagonisti di Campus Party, a quei campuseros che vorrebbero far ingresso nel mondo delle startup. Abbiamo chiesto a Massimo qualche consiglio per voi.

Ad ogni campuseros che si appresta a diventare uno startupper Gli stringerei prima di tutto la mano! I consigli che mi sentirei di dargli è mai, mai improvvisare. Quindi, bisogna assolutamente studiare, fare esperienza sul campo ed essere sempre aggiornati sul mondo startup. 

Massimo Ciaglia vi aspetta quest’anno a Campus Party per svelarvi qualche novità su come sta cambiando l’ecosistema delle startup e, magari, potrete rubargli qualche segreto su come strutturare una vostra idea innovativa.

Per scoprire tutti gli speaker che saranno presenti a Campus Party, visita il link https://italia.campus-party.org/speakers/


Related Posts
×

Grazie! La richiesta è stata inviata correttamente!

La richiesta non è stata inviata correttamente. Riprova oppure scrivici una email!

* Campi obbligatori.