New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

#CPSTORIES

Succede solo a Campus Party: scopri le storie dei campuseros, i racconti delle scorse edizioni e molto altro.

17
Lug 2019

“Campus Party è una boccata di ossigeno puro”, Cinzia Celeri: lei è una campusera D.O.C.

Campus Party è un luogo plastico con possibili infinite combinazioni di talenti e caratteri. Infinite sono le opportunità in cui  i ci si può trovare coinvolto, a volte senza neppure accorgersene. Molti sono gli studenti che, avendo già preso parte alle precedenti edizioni, hanno avuto la possibilità di vivere direttamente Campus Party. Quei ragazzi che vedono al di là dei libri di testo, che hanno capito che il futuro è  nelle loro mani. Chi meglio di loro può raccontarci Campus Party. 

Campus Party è fatto dall’esperienza di chi lo vivi e vive delle emozioni dei campuseros. Sempre più spesso chi lavora per realizzare questo evento si perde dietro alle mille cose da fare e problemi da risolvere, eppure riusciamo anche noi a vivere #CPIT3 grazie alle parole e ai feedback dei campuseros. Oggi vi raccontiamo dell’esperienze che Cinzia Celeri, campusera D.O.C.

Cinzia è un’appassionata del mondo tech e dell’informatica, studia all’Università di Bergamo ma ama andare oltre le pagine di quei libri così grandi, ma così poco al passo con le dinamiche reali.

Le idee migliori vengono in ambienti già popolati in termini di opportunità. Campus Party ha il grandissimo pregio di avvicinare e concentrare menti brillanti e offrire grandissimi spunti. Inoltre lo staff contatta personalmente ciascuna delle persone proposte da noi stessi ragazzi, portandone molti all’evento e creando quell’occasione che il singolo non avrebbe forse potuto avere.

Per Cinzia, Campus Party è una vera e propria boccata d’ossigeno in cui si hanno nuove storie da scoprire e nuovi volti da incontrare.

Mi aspetto di mettere le mani in pasta e di fare una scorpacciata di passione, il vero tratto distintivo del Campusero.

È quel luogo in cui non ti senti più sola, in cui la tua particolarità è valorizzata e la tua diversità esaltata. Come ci ha raccontato Cinzia con Campus Party non si è sentita più sola. Oggi si sente spesso parlare dei giovani come “NEET”, svogliati e disimpegnati. È una definizione in cui non mi sono mai rispecchiata e l’esperienza Campus Party le ha permesso di conoscere altri giovani che, come lei, hanno l’entusiasmo e abbastanza i piedi per terra da sapere che cambiare il domani è una sfida difficile, non impossibile.

A Campus Party l’impossibile diventa a portata di mouse. 

Campus party è un must have, come un tailleur nero nell’armadio, tanto semplice ed essenziale quanto utile. Per me è un’oasi estiva (temperatura compresa), un momento di condivisione trasversale che abbatte le barriere anche in termini di età: ciascun campuseros non potrà mai dimenticare la disponibilità infinita e la pazienza di Maddog.

Le idee migliori vengono in ambienti già popolati in termini di opportunità. Campus Party, come ci ha detto Cinzia, ha il grandissimo pregio di avvicinare e concentrare menti brillanti e offrire grandissimi spunti. Campus party crea occasioni di incontro tra ragazzi e aziende, è un’acceleratore di menti, di persone.

Campus Party è il terreno che ospita conoscenza e innovazione, che mira a formare e riunire i talenti italiani.  È  un tempo per staccare la spina ma anche per responsabilizzarsi, per ridere e al contempo riflettere sull’indirizzo del mondo. Un luogo in cui si impara moltissimo e in cui un’idea può anche concretizzarsi e diventare qualcosa di più.

L’evento in cui ho conosciuto persone che stimo e ammiro e nel quale ogni nuovo viso merita una chiacchierata perché tutti i campuseros hanno sogni bellissimi e grandi progetti tra le mani.

Un’anno di università che passa, una nuova esperienza a Campus Party che arriva.

Questa terza edizione porterà nuove storie da scoprire e nuovi volti da incontrare. Mi aspetto di mettere le mani in pasta e di fare una scorpacciata di passione, il vero tratto distintivo del Campusero.

Ci vediamo a #CPIT3


Related Posts
×

Grazie! La richiesta è stata inviata correttamente!

La richiesta non è stata inviata correttamente. Riprova oppure scrivici una email!

* Campi obbligatori.