New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

CPIT News

06
Nov 2019

Intervista a Vodafone Italia, partner di CPIT3

Vodafone ha partecipato in qualità di Lead Geek Partner alla terza edizione di Campus Party con E-gaming HACK, un hackathon di 24 ore dove i campuseros (i partecipanti che soggiornano in tenda) si sono messi alla prova nell’ideazione e nella realizzazione di un progetto innovativo rivolto ai gamers. L’obiettivo era di soddisfare le loro esigenze considerando tutte le potenzialità della Giga Network 5G di Vodafone.

Vodafone ha deciso di partecipare a Campus Party perché per un’azienda come la nostra che fonda il suo business su tecnologia e innovazione è molto importante entrare in contatto con i campuseros.
In particolare, abbiamo deciso di fare un hackathon totalmente dedicato al gaming perché abbiamo le migliori tecnologie di rete. Siamo stati i primi a lanciare la rete 5G in Italia, abbiamo una copertura fibra di oltre il 70%, abbiamo una partnership molto importante con un player come ESL per tutto il mondo degli esport e vogliamo costruire il futuro dei gamers insieme ai gamers.

Spiega Matteo Stroscio, Marketing Manager – Mass Market di Vodafone Italia in un’intervista realizzata al barcamp Esport sponsorizzato da Vodafone e a cura di Campus Party Sparks.

Per chi non lo sapesse, Campus Party attraverso Sparks diffonde a livello internazionale la cultura del mondo esport a 360° tra entertainment, economia e formazione. Non solo intrattenimento, quindi, ma sviluppo di nuove competenze e nuove prospettive di lavoro per i giovani talenti, squadre di player da tutto il mondo ed un’offerta competitiva di servizi per le imprese.

Da qui la scelta di realizzare a Campus Party un intero Barcamp con contenuti focalizzati su questo settore. In questo contesto, non poteva che essere presente Vodafone.

Il mondo del gaming cresce a un ritmo sempre più sostenuto, anche grazie al boom di utilizzo dei servizi internet da mobile. I gamers, infatti, stanno rapidamente cambiando le loro abitudini: non giocano più solamente su pc o console, ma sempre di più su smartphone e tablet. E il 5G, grazie alle sue caratteristiche di bassissima latenza e grande capacità di trasferimento dati, oltre a dare ulteriore impulso allo sviluppo dei servizi da mobile, cambierà radicalmente l’esperienza di gioco.

Quello che noi vediamo ancora prima col lancio del 5G è che nell’ultimo anno il consumo dei dati sul gaming in mobilità è cresciuto di circa il 50%.

Racconta Matteo Stroscio.

Siamo sicuri che il 5G grazie alla grande banda che darà, alla bassissima latenza e alle velocità di download e upload e download che sono fondamentali per tutti i gamers amplificherà la crescita del mobile gaming in un modo mostruoso. Si passerà sempre più dalle consolle al mobile gaming.

Il 5G insieme al Cloud Gaming rivoluzioneranno il mondo del gaming. Non sarà più importante avere dei dispositivi ultra performanti per giocare ma basterà semplicemente una connessione ultra performante per giocare a qualsiasi tipo di gioco. Oggi è ancora una cosa impensabile perché i giochi più utilizzati dai gamers in questo momento girano solo su PC o su console. Un domani potranno giocare anche su smartphone o tablet.

A Matteo Stroscio abbiamo inoltre chiesto quali sono le strategie di Vodafone che permetteranno di rivoluzionare il settore.

Abbiamo l’ambizione di offrire la migliore esperienza di gioco a tutti i nostri clienti. La giga network 5G e la giga network Fibra sono solo le ultime due cose che abbiamo lanciato sul mercato. Abbiamo l’ambizione non solo di offrire la migliore connessione ma anche di costruire insieme ai gamers il futuro dei gamers: per questo siamo a Campus Party.

Guarda l’intervista completa a Matteo StroscioMarketing Manager – Mass Market di Vodafone Italia:


Related Posts
×

Grazie! La richiesta è stata inviata correttamente!

La richiesta non è stata inviata correttamente. Riprova oppure scrivici una email!

* Campi obbligatori.