New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

CPIT News

04
Dic 2019

Intervista ad Accenture, partner di CPIT3

Accenture per due anni consecutivi è stata Partner di Campus Party, con l’obiettivo di individuare e selezionare i migliori talenti attraverso attività out-of-the-box ed allo stesso tempo di ispirare i campuseros attraverso talk e workshop formativi con focus sul mondo dell’innovazione. Un’occasione importante per immergersi in un clima di collaborazione e condivisione e incontrare numerosi giovani professionisti che contribuiranno a riscrivere il modo in cui il mondo vive e lavora.

A Massimo Maria Barbato, Ambassador di Accenture Italia, abbiamo chiesto cosa ne pensa Accenture dell’esperienza di 4 giorni no stop:

Campus Party per noi rappresenta l’entusiasmo, la curiosità, il forte impegno e la grande volontà di imparare cose nuove riguardo l’innovazione e le nuove tecnologie.

Sul Main Stage di Campus Party, Accenture ha esordito durante la cerimonia di apertura della terza edizione di Campus Party Italia con un intervento di Fabio Sergio, Regional Design Director EALA di Fjord, che ha accompagnato i presenti alla scoperta delle prospettive future per il design.
Cyber Security, Artificial Intelligence, Web Development, Progressive Web Apps e Mobile App Development sono stati i principali temi toccati da Accenture negli speech e nei workshop realizzati durante le diverse giornate. Delle vere e proprie sessioni aperte finalizzate ad arricchire la formazione professionale dei giovani partecipanti.

Presso lo stand di Accenture, inoltre, tutti i “campuseros” si sono cimentati con demo esperienziali di realtà virtuale e aumentata per risolvere simulazioni di business case con l’innovativo approccio del design thinking.

Quest’anno Accenture ha dato l’opportunità ai campuseros di partecipare ad una serie di eventi esperienziali volti ad approfondire argomenti come l’intelligenza artificiale, la realtà aumentata, la realtà virtuale e la blockchain con la conclusione di sessioni di challenge finali in cui hanno collaborato in piccoli workshop di design thinking.”

Spiega Barbato, in un’intervista realizzata presso il creativo stand di Accenture Italia posizionato nel cuore dell’area Arena.

La presenza di Accenture non è mancata nemmeno all’interno della Job Factory, l’area lavoro targata HRC Digital Generation, un vero e proprio laboratorio full-time di formazione, orientamento e sperimentazione con simulazioni di colloquio e di assessment, momenti di professional storytelling, job talk tematici, incontri informali con le aziende e molto altro. Qui i recruiter di Accenture Italia hanno avuto modo di incontrare i talenti e rispondere alle domande, offrendo loro l’opportunità di partecipare ad interviste e sessioni di speed dating.

Accenture è stata inoltre protagonista dei reverse mentoring, meeting non convenzionali tra campuseros e aziende, in cui i giovani talenti sono stati coinvolti in un confronto creativo e stimolante con i top manager dell’azienda.

La nostra speranza è quella di poter rivedere i talenti incontrati durante l’evento all’interno dell’azienda. Da quest’esperienza ci portiamo a casa la grande energia e la grande passione per l’innovazione che accomuna tutti i partecipanti, oltre alla volontà di essere presenti il prossimo anno.

Conclude Massimo Maria Barbato, Ambassador di Accenture Italia.

Guarda l’intervista completa:


Related Posts
×

Grazie! La richiesta è stata inviata correttamente!

La richiesta non è stata inviata correttamente. Riprova oppure scrivici una email!

* Campi obbligatori.