Davide Mancini
Editor at The Games Machine
Ha fatto un giro lungo per arrivare nell’industry dei videogiochi, nonostante abbia cominciato la sua carriera ludica nel 1988, a tre anni, con un Commodore 64.

Parallelamente al conseguimento della laurea magistrale in Scienze dello Spettacolo ha lavorato per anni nel mondo della comunicazione visiva, innamorandosi del web come piattaforma creativa e coltivando la sua ossessione per foto e video.

La sua passione per i videogiochi, intesi soprattutto come fenomeno culturale, però, non è stata mai messa da parte: complici le due tesi di laurea sull’argomento (di cui una insospettabilmente premiata con il primo Premio Wired), ha cominciato a scrivere per The Shelter, e dopo pochissimo, per The Games Machine, la sua rivista preferita.

Giocare per la propria squadra del cuore è stato l’inizio di un vero e proprio sogno, fatto di collaborazioni con diverse testate (YouTech, Vice), attività di docenza e traduzione.